top of page
Bracciale Teste di moro

Le teste di moro a forma di vaso sono molto diffusi in Sicilia e sono uno dei simboli rappresentativi dell'isola.
Utilizzati come vasi adornano i balconi e i giardini delle abitazioni e spesso sono anche utilizzati come elemento decorativo nei salotti.
La storia di questi soggetti risale alla dominazione Araba in Sicilia 1100 d.C.
La storia narra che in un antico quartiere della città di Palermo, viveva una bellissima fanciulla che trascorreva le sue giornate dedicandosi alla cura delle piante che ornavano il suo balcone. Un giorno passó di lì un giovane moro, vide la bella ragazza e subito se ne innamorò dichiarandole il suo amore e i due divennero amanti.
Ma quando la ragazza scoprì che il moro l'avrebbe lasciata per tornare in Oriente dalla moglie e dai figli, nella notte lo uccise e gli tagliò la testa.
Con questa fece un vaso dove piantò una pianta di basilico, simbolo di regalitá.
Lo mise fuori nel suo balcone, affinché l'uomo rimanesse per sempre
con lei. Il basilico crebbe rigoglioso, grazie alle lacrime che la fanciulla vi versava
giornalmente, destando però l'invidia di tutti gli abitanti del quartiere che, per non essere da meno, si fecero costruire dei vasi di terracotta a forma di testa di moro.

Teste di Moro

bottom of page