top of page
  • Immagine del redattoreDorotea

"Trencadis", frammenti di maioliche siciliane

Questa collezione nasce da uno studio su una tecnica ideata dall'artista Antoni Gaudì.

La tecnica prende il nome di "Trencadìs", (in catalano trencat che significa rotto, frammentato) vengono utilizzati frammenti di ceramica accostati tra loro come in un mosaico ma con la differenza che vengono posti in maniera casuale tra loro.


Maioliche trencadis

Affascinata dalle opere dell'artista Gaudì ho ideato questa linea di gioielli.

Il processo creativo è abbastanza lungo e complesso, si inizia con la pittura delle maioliche, che frammento in piccoli e grandi pezzi irregolari, successivamente li ricompongo in modo casuale su una base bianca o colorata.

In questa lavorazione ho aggiunto anche la tecnica giapponese "Kintsugi" in cui si usa una polvere colore oro per ricomporre i frammenti spezzati.

Questa collezione ha un forte significato, ogni pezzetto simboleggia ognuno di noi,

unico e prezioso, ma che unito insieme ad altri pezzi diviene un opera d'arte.

Tutto può essere "riparato" serve solo la chiave giusta e il tocco di un'artista che saprà creare una nuova vita. 





13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page