top of page
  • Immagine del redattoreDorotea

Tornano le ruote di carretto con nuovi colori

Il giallo, il rosso e il blu sono i tre colori primari che colorano e caratterizzano da sempre le ruote di carretto siciliano. Quest'anno si aggiunge anche l'arancio e un nuovo modello esclusivo: le mezze ruote.

Nappe in seta, nappe in cotone o gocce in ceramica?

A voi la scelta!

Le ruote sono leggerissime perché realizzate in argilla polimerica sottile.

La collezione presenta anche modelli da lobo e i nuovi bracciali realizzati in Macramè intrecciato a mano, ideali anche per uomo.


Ma approfondiamo un pò la storia delle ruote di carretto..

I primi carretti siciliani fanno il loro arrivo intorno all'Ottocento, in quei tempi le strade ancora non erano quelle di oggi e si presentavano sterrate, per questo i trasporti venivano limitati al dorso degli animali. I primi carretti erano realizzati con ruote molto alte per poter affrontare meglio le "trazzere", strade fatte da grossi sentieri naturali.

Da mezzo di trasporto a opere d'arte il passo fu breve.

Ogni famiglia che possedeva un carretto, mezzo indispensabile anche per i trasporti, amava farlo decorare, dapprima con immagini sacre, come sorta di protezione, successivamente con nuovi temi dei cantastorie che narravano di cavalieri e di amori.

Anche il famoso scrittore Giovanni Verga parla del carretto in particolare alla figura del carrettiere. La pittura del carretto, inoltre, assolveva anche alle funzioni di protezione del legno e alla funzione commerciale, di promozione della propria attività, oltre a dimostrare la ricchezza del proprietario.

Sono svariati gli elementi che differenziano il carretto per le diverse aree di provenienza nell'Isola, da qui la nascita di diverse scuole e famiglie d'arte, non ultimi i colori che, da subito, hanno individuato artigianalità e i luoghi di realizzazione. Giallo, rosso cinabro, arancio e verde, i principali, testimonianze dei colori predominanti della Sicilia. 


22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

댓글


bottom of page